Trattamenti Galvanici

Trattamenti galvanici: rivestimento in metallo: modalità di formazione
Il rivestimento galvanico viene eseguito a scopi decorativi, di resistenza alla corrosione e all'usura, e di ridimensionamento di pezzi usurati o sottodimensionati; quelli più comunemente eseguiti sono di rame,nichel,  cromo, zinco e oro, platino e loro leghe (bronzi, ottoni, leghe a base di stagno, ecc.). In molti processi galvanici, per esempio nella nichelatura, nella ramatura e nell'argentatura, l'anodo è costituito da lastre dello stesso metallo del rivestimento che si applica: al passaggio della corrente elettrica il metallo dell'anodo si discioglie progressivamente sotto forma di sale, rimpiazzando così nel bagno elettrolitico quello che si deposita sul catodo. In altri processi galvanici, l'anodo è invece formato da un materiale che, nelle condizioni in cui si effettua l'elettrolisi, non viene attaccato, per esempio nella cromatura in cui solitamente si usano come anodo delle barre di piombo. In questo caso il bagno galvanico si impoverisce gradualmente in sale metallico e questo deve venire di tempo in tempo reintegrato aggiungendone nuove quantità.

Trattamenti galvanici: Rivestimento in metallo: proprietà
Le proprietà dei diversi rivestimenti galvanici dipendono dalla loro natura e anche da quella del metallo sul quale vengono applicati. Così le comuni cromature hanno funzione soprattutto decorativa, perché gli strati di cromo deposti sono sottilissimi, con spessori dell'ordine di 0,005 mm, e sempre alquanto porosi; inoltre, la loro aderenza sul ferro è scadente, per cui la loro applicazione è sempre preceduta da quella di una nichelatura più consistente, cui è essenzialmente affidata la protezione del ferro contro l'attacco atmosferico, sulla quale il cromo aderisce assai meglio. L'aderenza della nichelatura sul ferro, già di per sé buona, migliora se il ferro viene preventivamente sottoposto a una ramatura; una cromatura di ottima qualità risulta quindi costituita da una ramatura, da una nichelatura e infine dalla cromatura vera e propria.

Trattamenti galvanici: Rivestimento in metallo: operazioni di finitura
Ciascun deposito galvanico dopo essere stato applicato viene sottoposto a una pulitura con paste abrasive, spesso necessaria per assicurare una buona aderenza dei depositi successivamente applicati: all'uscita dai diversi bagni galvanici i rivestimenti presentano, infatti, una lucentezza scarsa e lattiginosa dovuta alla non perfetta regolarità dello strato metallico. Per evitare le costose operazioni di pulitura, in molti bagni si introducono piccole quantità di agenti cosiddetti brillantanti, in genere costituiti da composti organici che provocano direttamente la formazione di depositi lucidi, anche se quasi sempre assai più fragili.

Affidati a Pioli srl per i tuoi trattamenti galvanici
Pioli srl, trattamenti galvanici a Reggio Emilia

© 2019 Pioli Srl società con socio unico direzione e coordinamento interpump Group Spa
Via C.Carrà 1/3/5/7 - 42124 Reggio Emilia - P.iva 01951310356 - Tel. 0522.94.13.39 - Rea n° RE-237645 - Cap.Soc. 10.000€ i.v.